logo2016
M’illumino di meno” è un’iniziativa simbolica lanciata a livello nazionale dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2 allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del risparmio energetico e del rispetto dell’ambiente. Come in tanti avrete intuito, tale nome deriva dai celebri versi di Mattina (“M’illumino d’immenso”),

di Giuseppe Ungaretti, poeta e scrittore italiano, vissuto nel ‘900 e principale esponente della corrente letteraria conosciuta con il nome di ermetismo.

Ogni anno, dal 2005, in una giornata prossima al 16 febbraio, giorno in cui ricorre l’anniversario dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto – quest’anno si è optato per il 19 – si invita la popolazione a spegnere il maggior numero di dispositivi elettrici non necessari al fine di diminuire il loro impatto ambientale; tale iniziativa, rivolta all’inizio ai soli cittadini, ha avuto via via un richiamo sempre più grande finendo per coinvolgere le pubbliche amministrazioni sia a livello nazionale – oltre 500 Comuni ed il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente, che europeo, ottenendo nel 2008 il riconoscimento da parte del Parlamento Europeo.

Ciò si è concretizzato attraverso lo spegnimento di alcuni dei più importanti monumenti tra i quali, in Italia, il Duomo di Milano, il Colosseo, l’Arena di Verona e Piazza San Marco a Venezia, mentre, per quanto concerne l’Europa, la Torre Eiffel di Parigi, la Custom House a Dublino e il Foreign Office di Londra.

Per quanto riguarda l’edizione di quest’anno, come detto, svoltasi il 19 febbraio, ci si è concentrati sul tema della mobilità sostenibile attraverso l’iniziativa denominata Bike the Nobel, che ha visto la pluripremiata ciclista Paola Gianotti, pedalare da Milano ad Oslo al fine di consegnare le firme per la candidatura della bicicletta al premio Nobel per la pace per quest’anno, che, ricordiamo, si assegna nella capitale norvegese il 10 dicembre di ogni anno.

Al di là delle lodevoli iniziative appena elencate, quale apporto possiamo dare noi comuni cittadini al rispetto dell’ambiente? Per rispondere a questa domanda, la trasmissione Caterpillar ha stilato un decalogo con 10 semplici consigli che vi riporto di seguito:

  1. Spegnere le luci quando non servono.
  2. Spegnere e non lasciare in stand by (ossia lucetta rossa) gli apparecchi elettronici.
  3. Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
  4. Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
  5. Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
  6. Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria.
  7. Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi e le porte esterne.
  8. Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
  9. Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
  10. Utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

Sulla Terra siamo tutti di passaggio, abbiamo quindi il dovere di lasciarla ai posteri nel modo in cui l’abbiamo trovata.

 

parigi

Parigi, prima e dopo lo spegnimento.

Il Colosseo al buio.

Il Colosseo al buio.